Epigenetica: io non mi ammalo mai. Perché? Semplice, il corpo (se lo conosci) guarisce da solo! Nove (preziose) regole per allungarsi la vita!

dai (2)

di Massimo Claudio Volpicelli

Questo libro rappresenta il mio sforzo di radunare il meglio dell’informazione condivisa negli ultimi due decenni e di inserirla in una guida stimolante che vi aiuterà a evitare le numerose trappole dell’approccio convenzionale alla salute.”  E ancora: “Se volete stare meglio, seguite i semplici ma straordinari consigli del dottor Mercola”. Americano di Chicago, fondatore del Natural Health Center, divenne celebre per il suo approccio integrale alla medicina: Joseph Mercola ha curato migliaia di pazienti in oltre 20 anni di attività, dismessi i panni del medico di famiglia nel 1985, sperimentati i fallimenti del modello convenzionale, abbracciata la medicina naturale con i collaudati approcci olistici.

dai (1)

Suo è il Mercola.com (il sito di salute naturale più visitato al mondo con 50 milioni di visitatori all’anno e con oltre un milione di abbonati) ma anche il nuovo libro “Io Non Mi Ammalo! 9 facili regole che allungano la vita” (Macro Edizoni) una guida facile per eludere la malattia, perdere il peso in eccesso, aiutare il proprio corpo a curarsi e allungare la propria vita. Nel testo sono evidenziati 9 passi fondamentali per restare sempre in forma o recuperare la salute. Eccoli (in breve):

  1. rifornimento costante di vitamina D;
  2. bere acqua pura;
  3. mangiare più vegetali;
  4. buon sonno;
  5. stare a piedi scalzi;
  6. cura dell’intestino e relativa flora intestinale;
  7. utilizzare i grassi come carburante energetico dell’organismo;
  8. tipi di attività fisica utili;
  9. eliminare alcuni cibi: cereali (tutti, anche integrali), dolcificanti naturali, molti tipi di pesce, quasi tutti gli oli vegetali, tofu, latte di soia e tutta la soia non fermentata, yogurt.

MACRO (1)

Scrive Mercola: “Nei primi anni della mia pratica privata, mi concentrai sulla cura della
depressione, perché era un problema così tanto sottodiagnosticato. La gente stava chiaramente soffrendo, ma l’unico trattamento che conoscevo erano i farmaci. Migliaia dei miei pazienti ricevettero una speranza di guarigione sotto forma di una ricetta che avevo scritto per loro. Allora non ne sapevo di più. Dunque, quando feci la transizione alla medicina naturale?

ooooooobioriposo
A metà degli anni Ottanta lessi un libro intitolato The Yeast Connection, di William Crook. Racconta di persone che hanno miglioramenti miracolosi curando la proliferazione dei lieviti. Riconobbi in molti miei pazienti i sintomi da lui descritti. Al momento ignorai le raccomandazioni alimentari di Crook e invece usai i farmaci antifungini che lui consigliava per la cura. Ovviamente la cura fallì miseramente. Ma all’inizio degli anni Novanta lessi il libro di nuovo. A quel punto avevo acquisito più conoscenze, perciò questa volta tenni ben presenti le raccomandazioni alimentari. Funzionarono incredibilmente bene e mi aprirono gli occhi sul potere del cibo (e non dei farmaci) come medicina. Quando cominciai a seguire conferenze sulla salute, mi resi conto che c’era una vasta rete di medici che usavano terapie naturali per curare i pazienti. Quando applicai le nuove conoscenze alla mia pratica, ero entusiasta nel vedere così tante persone migliorare molto attuando modifiche alla dieta e allo stile di vita”.

ACCRESCI LA TUA CONSAPEVOLEZZA

SOSTIENI OASI SANA

(clicca e scopri un mondo diverso)

Il libro “Io non mi ammalo” e le regole descritte fanno parte, a tutti gli effetti, dell’epigenetica. È questa la scienza che rivela non solo un nuovo modo di concettualizzare il comportamento dei nostri geni ma, cosa più importante,
fornisce anche una nuova prospettiva sulla comprensione delle dilaganti problematiche di salute che caratterizzano il moderno mondo occidentale.
La ricerca epigenetica svela che le nostre scelte relative al modo di vivere (il cibo che mangiamo, gli integratori che prendiamo, l’esercizio fisico che facciamo e perfino il contenuto emotivo delle nostre esperienze quotidiane) sono elementi coinvolti nell’orchestrazione delle reazioni chimiche che attivano o disattivano parti del nostro genoma, che codificheranno esiti pericolosi per la salute spianando la strada a
una patologia, o creeranno un ambiente interno favorevole alla longevità e alla resistenza alle malattie.

 

Riproduzione consentita, citando fonte e autore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...