Genitori denunciano: “E’ stato il Wi-Fi! 15 anni, nostro figlio morto di cancro al cervello, come il cane. Vivevano nella stessa stanza”

Woodlyn, Pennsylvania, Stati Uniti: “gli piaceva giocare a calcio per la United Futbol Academy. Justis aveva anche una forte passione per il basket“. Justis James Greto aveva solo 15 anni, nel 2017 muore per un cancro al cervello dopo tre anni e mezzo di calvario. Ma poco prima che si ammalasse, muore pure il suo cane, una femmina di nome Leja, anche lei per un tumore al cervello. Dopo angosce e ripensamenti, i genitori del ragazzo e proprietari del cane aprono il blog JUSTIS PER TUTTI con lo scopo di denunciare al mondo intero non solo la sofferenza per l’assurda perdita del figlio, ma per avvisare altri genitori inconsapevoli (come loro stessi ammettono di essere stati prima del dramma) per i rischi invisibili presenti tra le mura domestiche. Secondo papà e mamma, infatti ad uccidere Justis e Leja sarebbe stata lo stessa arma, cioé il Wi-Fi usato nella stanza del ragazzo, dove alloggiava anche il cane. I genitori sostengono che il wireless venisse continuamente usato dal figlio per giocare senza fili con videogiochi e X-Box. Ecco l’appello postato ‘amorevolmente’ sul blog.

SPECIALE 5G CRISIS – Kennedy Jr: “i bambini dentro tossici brodi elettromagnetici”

Stop 5G, Sasco (ex IARC): “cellulari-tumori-bambini, un diritto sapere.” Arazi (PhoneGate): “ci ingannano da decenni.

Sapevi che il nostro cane Leia è morto di cancro 6 mesi prima che venissimo a conoscenza del tumore mortale al cervello di Justis?

Leia aveva un tumore alla testa delle dimensioni di una palla da baseball che è visibile in queste foto scattate poco prima di morire. Ha trascorso la maggior parte del tempo con Justis nella sua stanza mentre giocava ai videogiochi e trasmetteva i suoi programmi preferiti. Justis aveva solo 4 anni quando abbiamo preso Leia ed erano molto amici.

Tumore di Leia 2

C’erano molte radiazioni wireless nella stanza di Justis. 

Ha giocato a X-Box per ore. Il suo auricolare e il controller erano wireless. Anche l’X-Box stesso aveva un’antenna.

Uno degli amici di Justis non aveva un auricolare per comunicare mentre stavano giocando, quindi avrebbe usato il suo cellulare per l’intera durata del gioco per chattare con lui.

Aveva anche un estensore WiFi nella sua stanza per aumentare il segnale dal router al piano di sotto.

Prima di giocare a X-Box faceva i compiti sul suo laptop e poi, dopo aver giocato, usava il suo iPad per un’altra o due ore prima di andare a letto.

Leia e J

Ti preghiamo di comprendere che ti stiamo comunicando queste informazioni con buona intenzione.

Siamo certi che il nostro cane e nostro figlio abbiano incontrato la stessa sorte a causa della nostra mancanza di comprensione.

Non ci sono wireless in casa nostra adesso. Tutto è cablato compreso il computer con cui stiamo realizzando questo post.

Con amore e rispetto

Mike e Christen

ICU

Elettrosmog USA, antenna sulla scuola elementare: quarto bambino malato di cancro! Insorgono i genitori: “i nostri figli non sono cavie!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...