VIDEO – Conferenza in Senato: “Ministro della Salute intervenga sul 5G, altrimenti è responsabile. Non ha immunità” – ESCLUSIVA OASI SANA

Sul 5G il ministro deve intervenire, è costituzionalmente e giuridicamente corretto: è lui il responsabile della salute pubblica difronte alle evidenze scientifiche. Come parte dell’esecutivo non gode di immunità parlamentare, se non interviene è responsabile“. Ad un anno dalla conferenza stampa organizzata in Senato dall’Alleanza Italiana Stop 5G, spunta il video dell’intervento in collegamento streaming effettuato a Palazzo Madama dall’avvocato Stefano Bertone, secondo cui Roberto Speranza può e deve dire la sua sul 5G, fermando lo tsunami elettromagnetico.

La conferenza si tenne alla presenza dei parlamentari Sen. De Bonis e On. Cunial, impegnati su più fronti per sensibilizzare il Governo Conte in una moratoria nazionale, e di una delegazione sindaci con fasce tricolori in petto (ad oggi 328 Comuni d’Italia ufficialmente Stop 5G con 185 ordinanze emanate per vietare nuove antenne).

SOSTIENI OASI SANA

Aiuta a far crescere l'informazione libera, naturale e indipendente. Fai una donazione subito. Per ringraziarti, OASI SANA ti invierà materiale informativo di libera fruizione

€10,00

Bertone è un legale esperto, specializzato nel diritto alla protezione della popolazione dai campi elettromagnetici: lo scorso anno è intervenuto anche a Porta a Porta su Rai Uno all’indomani della sentenza della Corte d’Appello di Torino con la quale i giudici hanno confermato in secondo grado il nesso tra l’uso del telefonino e l’insorgenza del cancro alla testa nei confronti di un lavoratore gravemente danneggiato. Sulla legittimità costituzionale delle quasi 200 ordinanze Stop 5G emesse dai sindaci italiani, finora mai contestate ai TAR dalle compagnie telefoniche, s’è poi espresso anche Michele Carducci, ordinario di Diritto Costituzionale Comparato presso l’Università del Salento di Lecce.

CLICCA SOTTO – GUARDA IL VIDEO

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE di OASI SANA

2 commenti

  1. Nn ho capito però se si è esposto fermando le “sperimentazioni”o il montaggio di altre antenne e se è stato fatto qualcosa di concreto in quell’occasione. La mia impressione è che si facciano tante chiacchere ma pochi fatti…..io da cittadino posso fare qualcosa?posso impedire che vengano montate vicino a me o ai miei cari?
    Possiamo fare qualcosa per le api se come dicono muoiono in prossimità delle antenne?

    "Mi piace"

  2. Lasciando la risposta ad Oasisana, mi sento comunque di darti il mio parere e la mia esperienza. Come cittadina puoi firmare le petizioni on line, puoi informarti e tenerti aggiornata sulle campagne promosse da Alleanza italiana stop5g ed oasisana ed utilizzare i moduli che loro mettono a disposizione sul sito per scrivere al sindaco del tuo paese e non solo. Puoi informare, informare, informare tutti attorno a te e creare un gruppo. Puoi esporre la bandiera stop5g. Insomma, ci sono vari modi… un saluto Alessandra

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...