Campidoglio, sit-in su Beppe Grillo: “Roma una fogna? Si, elettromagnetica! Grazie a Raggi, 5G e 700 nuove antenne!” FOTO

Circa 150 manifestanti hanno presidiato stamattina Piazza del Campidoglio, auspicando un incontro con la Sindaca di Roma Virginia Raggi. Che non c’è stato. “Le mandiamo istanze e diffide sui pericoli del 5G dal 2018″, Vuoti gli uffici comunali, agli attivisti è stato detto che persino il personale dell’Ufficio di Gabinetto della sindaca grillana era in smart working. Cioé nessuno in presenza, tutto virtuale anche sul sacro colle davanti i Fori Imperiali. “E’ questo il futuro che ci prospettano? Cybernetico,virtuale, mediato, filtrato e robotico? Noi non lo vogliamo!” Così non è stato possibile recapitare a mano il documento di denuncia che, comunque, i comitati Roma Stop 5G e Lazio Stop 5G hanno provveduto a lasciare all’Ufficio Protocollo, destinazione fascia tricolore Raggi.

Ha pienamente ragione Beppe Grillo – ha dichiarato Maurizio Martucci, portavoce nazionale dell’Alleanza Italiana Stop 5G che è voluto intervenire sull’ultima battuta del comico e leader del MoVimento 5 Stelle Roma è si una fogna, ma elettromagnetica, grazie alle spericolate politiche della Raggi, sponsorizzata dallo stesso Grillo. E i romani sono le vere vittime di questa fogna a cielo aperto, stanchi di detenere il record europeo: nemmeno Parigi e Londra hanno lo stesso numero di antenne telefoniche installate spesso sui tetti dei palazzi e persino abusive, come quella davanti al Senato. Solo nell’ultimo anno e mezzo sono state montate altre 701 antenne, almeno 316 di 5G che vanno a sommarsi alle circa 5.000 nella Capitale, che non ha un Regolamento operativo né Piano Antenne. E’ inaccettabile, una vergogna! Roma ha già pagato un altissimo tributo di sangue per uno sconsiderato inquinamento elettromagnetico da far west, pensiamo ai casi limite di Radio Vaticana e al cosiddetto Reparto Oncologico di Ostia, una palazzina civile dove i cittadini si sono ammalati di cancro, abitando davanti una selva di antenne. Adesso basta, per i romani la misura è colma: Roma fermi il 5G come hanno fatto i sindaci dell’area metropolitana a Civitavecchia, Guidonia Montecelio, Marino e Rocca Priora. Il sit-in, che segue i presidi capitolini di Piazza Montecitorio e dell‘Istituto Superiore di Sanità, tra gli altri è stato ripreso anche dalla telecamere della web Tv Byoblu.

In Piazza del Campidoglio, coordinati dalla referente regionale Lazio Stop5G Annalisa Buccieri, hanno preso parola diversi cittadini. Tra questi, anche i consiglieri Massimiliano Quaresima (Municipio Roma XII) e Anna Checchi (Comune di Guidoinia Montecelio).

Tra i cori della piazza, il più gettonato è stato quello di “vergogna, vergogna“. Tra le bandiere, slogan e striscioni esposti dai manifestanti, anche alberi di cartone e inni alla vita: un bambino, in simbolica rappresentanza della popolazione adolescente costretta a subire l’educazione a distanza digitale, sotto lo sguardo fiero della mamma ha poi sventolato una bandiera Stop 5G.

Prossimo appuntamento sabato 12 Settembre: attese migliaia di persone a Roma per la manifestazione nazionale promossa dall’Alleanza Italiana Stop 5G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...