Delirio transumanista del Ministro del 5G Pisano: "Uomo-Robot, avanti senza paura!" Dimissioni subito, non scherziamo!

di Maurizio Martucci

Non scherziamo, un vero e proprio deliro transumanista! Le parole del Ministro dell’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano si commentano da sole: con la scusa dell’inarrestabile progresso e del futuro fantascientifico sempre più alle porte, il tentativo di violare il Codice di Norimberga si manifesta alla luce del sole dopo soli tre mesi di dicastero. Svelato sui social l’abominevole progetto di fondere l’umanità con i cyborg, il 5G è solo l’inizio di un programma di ibridizzazione della specie. Non c’è dubbio, siamo sotto attacco, microchip, droni, digitalizzazione dell’esistenza e satelliti irradianti wireless dallo spazio sono l’inizio. Si salvi chi può!Saranno i robot a salvare l’Uomo – scrive il ministro Pisano Ne miglioreranno la vita, lo sottrarranno a rischi inutili e a lavori disumanizzanti e anzi gli permetteranno di migliorarsi e di migliorare la propria vita.” Le profezie turbo-illuministe dell’ex assessora di Torino puntano dritto al transumanesimo, cioè alla creazione di un ibrido, di un Uomo-Cyborg, con l‘Intelligenza artificiale destinata a soppiantare quella umana, così come posti di lavoro e risorse naturali dovranno farsi da parte. Proprio come si abbattono gli alberi. Siamo all’anti-Uomo, all’anti-Storia, all’anti-Natura. Chi l’ha deciso? Non si sa. Noi no. Ma così è.

Perché intanto “ci dobbiamo augurare il nuovo ibrido “uomo-macchina”, senza alcuna paura, perché alla parte macchina lasceremo i lavori usuranti, pericolosi e ripetitivi mentre alla parte uomo resterà l’intelligenza e la creatività. In Italia chiude Paola Pisano senza più freni, nei panni della nuova mamma di Frankenstein siamo già molto avanti e ci vorrebbe una vera “silicon Valley” della robotica, un hub produttivo dove sviluppare e far crescere il settore. D’altronde basta leggere i dati 2018 del WEF, citati da Bentivogli: nel 2025 perderemo 75 milioni di tipologie di lavoro ma ne creeremo 133 milioni. Quindi, benvenuti Robot e benvenuti a noi uomini e donne che non abbiamo paura del cambiamento dei nuovi lavori e delle nuove opportunità. Il mondo si trasforma siamo pronti ad osare? “

L’annuncio della Pisano prefigura il dischiudersi di un futuro disumano e distopico, uno scenario d’evoluzione apocalittica disegnato da 5G, rivoluzione digitale, chip dermali sottocutanei, nanorobotica, ma secondo alcuni anche da clonazione e tecnosesso. Algoritmi nel cervello, banca dati in cloud. L’ibrido uomo-macchina è dietro l’angolo. E’ in ballo la nostra sopravvivenza.Il transumanesimo è una prospettiva negativa sulla natura umana, unita a una visione tecnico-scientifica che immagina il “come” dovremmo migliorare – affermano gli accademici che hanno lanciato il manifesto contro il Trasnumnesimo e l’Intelligenza Artificiale – Questa prospettiva è sostenuta da una credenza superstiziosa nella scienza come salvifica tout court e da un astratto disprezzo per la nostra natura umana: la nostra fragilità, la nostra mortalità, la nostra senzienza, la nostra auto-consapevolezza e il nostro senso incarnato di “chi” siamo (distinto da ‘cosa’ siamo).

La gravità delle affermazioni della Ministra Pisano non lasciano altre soluzioni: nel chiederne le immediate dimissioni, gli italiani (esseri umani) devono interrogarsi sul ruolo che certe figure svolgono in alcuni posti chiave, decisionali per il presente ed il futuro delle prossime generazioni: a quale titolo una componente dell’esecutivo del Governo di un paese occidentale (sulla carta civile e democratico, culla di millenni di civiltà e tradizioni umanistiche) si è spinta a ricoprire il ruolo di madre surrogata di un inedito ibrido Uomo-Cyborg? Tanto da sbandierare una vera e propria apologia al transumanesimo? Dimissioni subito e pubbliche scuse all’Umanità intera (e alla nostra intelligenza di esseri senzienti, liberi e non automi né telecomandati), dimissioni prima che continui a fare altri danni. E possa, poi, diventare troppo tardi.

“LE PRIME FORME, ANCORCHE’ GREZZE, DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE CHE SIAMO RIUSCITI A CREARE FINO AD OGGI,SI SONO DIMOSTRATE MOLTO UTILI. MA IO CREDO CHE LO SVILUPPO DI UN’INTELLIGENZA ARTIFICIALE COMPLETA POTREBBE METTERE FINE ALLA RAZZA UMANA. QUANDO GLI UOMINI AVRANNO SVILUPPATO L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE, QUESTA PROGREDIREBBE IN MODO AUTONOMO, RIDEFINENDOSI SEMPRE PIU’ VELOCEMENTE.GLI ESSERI UMANI, LIMITATI DA UN’EVOLUZIONE BIOLOGICA PIU’ LENTA, NON POTREBBERO MANTENERE IL SUO PASSO E, INCAPACI DI COMPETERE,FINIREBBERO PER VENIRNE SCHIACCIATI“” (Stephen Hawking,cosmologo, fisico, matematico, astrofisico, accademico e divulgatore scientifico britannico, fra i più autorevoli e conosciuti fisici teorici al mondo).

RIPRODUZIONE CONSENTITA, CITANDO AUTORE E FONTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...