‘Sensibile Day’, domani a Roma da tutta Italia per la Consapevolezza sul pericolo (invisibile) delle malattie ambientali

mcs-iene-golia-2[1]

Ieri l’anteprima di ‘Sensibile‘ a Civitavecchia (in sala c’erano il regista del docu-film Alessandro Quadretti e il giornalista Maurizio Martucci) , nella città natale del compianto Prof. Giuseppe Genovesi, luminare nello studio e trattamento delle malattie ambientali. Domani nella città eterna la replica.

Anna Maria partirà dalla Sicilia: ai controlli in aeroporto esibirà un certificato medico, il lasciapassare per la mascherina sulla bocca, togliersela significherebbe non respirare. Sonia da Pescara ha trovato riparo in una struttura protetta senza Wi-Fi, scongiurato almeno per una notte il pericolo da irradiazione elettromagnetica capitolina. Con loro tanti altri, pure da Toscana, Umbria e Marche. Sabato 14 Aprile convergerà a Roma una rappresentanza di cittadini invisibili, intossicati dalla società del progresso: più che un raduno o una rivendicazione di sacrosanti diritti verso classe politica dirigente e nuova legislatura, nel ‘Sensibile Day’ incontreranno medici, tecnici ed esperti di malattie ambientali per proseguire, consapevolmente, nell’insidioso cammino di riappropriazione di una vita (quanto più) protesa alla normalità, stravolta nel quotidiano da prodotti chimici ed elettrosmog.

19-20 MAGGIO 2018  ad ORTE (VITERBO)

INTENSIVO MULTI-DETOX DI OASI SANA

solo terapie naturali disintossicanti

ideali nel contrasto di malattie croniche e malattie ambientali

Sensibilità Chimica Multipla ed Elettrosensibilità sono le multifattoriali patologie (altamente invalidanti) narrate in ‘Sensibile’. Dopo un mini tour internazionale (è stato già proiettato in Svizzera, Grecia, Spagna Messico), il docu-film del regista Alessandro Quadretti (selezionato dal circuito Green Network anche nel festival di film per l’ambiente in Brasile) sbarca in Italia per mostrarci controsensi, girone dantesco ed odissea di cittadini esuli in patria, reazioni avverse da intossicazione cronica per aria malsana e prodotti di uso quotidiano che, alla lunga, intaccano la salute pubblica, compromettendola: fabbriche e stabilimenti industriali come tubi di scarico di nubi inquinanti, antenne di telefonia mobile, cellulati e wireless urticanti nell’ubiquità della forsennata connessione globale, profumi, plastica e deodoranti come neurointerferenti endocrini. Uno spaccato dell’altra faccia della medaglia del consumismo sarà nel ‘Sensibile Day’, programmato il calendario per le visioni del film nel resto d’Italia.

Riproduzione consentita citando fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...