Sananga, il collirio indigeno dell’Amazzonia (che riapre l’energia oculare)

sananga (1)

Sananga è il succo estratto dalle radici di una pianta amazzonica, il cui nome indigeno è “Mana Heins“, nome che deriva dal dialetto Huni Kuin parlato dagli Kaxinawás. Non esistono ancora ricerche scientifiche sul Sananga né una classificazione botanica, tuttavia, da secoli è utilizzato dai nativi e solo ora comincia ad essere impiegato anche per malattie e disturbi che colpiscono l’ “uomo bianco”. Sananga è un collirio indegeno per gli occhi, gli indiani lo usano per curare le malattie batteriche dell’occhio come la congiuntivite, l’orzaiolo, l’arrossamento e l’irritazione degli occhi. Utilizzato per lungo periodo di tempo può guarire e prevenire la cataratta.

sananga (3)
Il succo di Sananga presenta un colore verde-marrone e un odore di bruciato. Quando la goccia cade nell’occhio brucia per circa 3 minuti, come un peperoncino, a seguire una sensazione di leggerezza e morbidezza dell’occhio. Durante il calore causato da Sananga, si sente che la fronte, dove si trova la ghiandola epifisi e si concentra anche il catarro, si agita energicamente per eliminare il catarro e il mal di testa. Il catarro, come la rinite e sinusite sono eliminati automaticamente con Sananga durante l’applicazione. Quando la persona apre gli occhi percepisce il mondo più colorato e vivace e si concentra sulle immagini del mondo materiale con più precisione e chiarezza.

19-20 MAGGIO ad ORTE (VITERBO)

INTENSIVO MULTI-DETOX di Oasi Sana

Sananga non corregge fisicamente i problemi di occhi, ma ripara energeticamente tali malattie, perché ci rendiamo conto che ogni malattia è psicosomatica, nascendo prima nei sentimenti dell’individuo e poi influenzando lo strato energetico dell’organo in questione manifestandosi densamente nel corpo materiale. Così, quando applicato, Sananga diluisce le forme pensiero e le energie negative e disarmoniche del corpo energetico dell’occhio e cura energeticamente le malattie dell’occhio come miopia, ipermetropia, astigmatismo, l’ambliopia, secchezza oculare, fotofobia e prevenendo al formazione di cataratta , glaucoma, presbiopia e cheratocono.

sananga (2)

Oltre all’apertura dei canali energetici dell’essere umano per la Visione Interiore, Esteriore e Superiore. Dalla regione della testa scende un’energia sottile e positiva per mantenere i chakra aperti, espande l’aura e mantiene la persona centrata ed equilibrata emotivamente, mentalmente e spiritualmente.

(xamanismoancestral.com.br)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...