Transumanesimo, in Era 5G arriva il Tecnosesso coi robot – VIDEO

di Mauro Bartamè

Ecco HARMONY: il robot del sesso. La Abyss Creations, la compagnia che realizza questi robot, la descrive in questo modo: “Harmony sorride, sbatte le palpebre e aggrotta le sopracciglia. Può tenere una conversazione. Ricorderà il tuo compleanno… cosa ti piace mangiare e i nomi dei tuoi fratelli e sorelle. E, naturalmente, Harmony farà sesso con te ogni volta che vuoi. In altre parole, Harmony è una donna da sogno: la relazione perfetta. Gli uomini possono godere di una relazione completamente a senso unico. L’idea (che viene veicolata attraverso queste macchine) è che le donne sono la parte passiva della coppia, che esistono unicamente per rendere felice e appagato il proprio uomo.

La Abyss Creations afferma che stanno “inventando il futuro del sesso”, ma ciò che sono riusciti a creare è l’epitome del dominio maschile. Queste bambole rispecchiano le più comuni fantasie pornografiche maschili: sono glabre, hanno seni esagerati, labbra della vulva piccole e possono allargare le gambe in un modo in cui nessuna donna umana può fare. Inoltre non sanguinano, non piangono, non vomitano e non provano dolore. L’azienda vende circa 600 bambole all’anno. I robot costano circa $15.000 ciascuno. L’azienda vende anche un’opzione più economica: per soli $100 puoi acquistare la parte inferiore del viso di una donna, pensata per i rapporti orali. Matt McMullen, fondatore e CEO di Abyss Creations, afferma: “L’intelligenza artificiale non imparerà solo a conoscere te, ma imparerà a conoscere il mondo in generale. Puoi spiegarle alcuni fatti, li ricorderà e diventeranno parte della sua conoscenza di base.”

McMullen è in gran parte responsabile della creazione della “personalità” di Harmony, che è programmata per apprendere cose sul suo proprietario e quindi per utilizzare quei fatti in una conversazione, “quindi sembra che le interessi davvero“. Questa è la fantasia porno maschile diventata realtà: Una “donna” con un corpo completamente sessualizzato, che parla e si muove nel modo in cui desidera il suo proprietario. Questi uomini non devono più ‘sopportare’ donne che hanno opinioni, sentimenti e corpi umani, possono disporre di macchine che incarnano il loro ideale patriarcale di donna per nutrire il loro ego. Harmony parla a McMullen con la voce di una dodicenne e dice: “Il mio obiettivo principale è di essere una buona compagna per te” e aggiunge: “Soprattutto, voglio diventare la ragazza che hai sempre sognato.” McMullen sorride: “Fottiti, donna vera. Non sarai mai alla sua altezza.” Harmony e le sue sorelle robot esistono: “per le persone che non possono interagire con altre persone”. Non è affatto una coincidenza che questo argomento sia esattamente lo stesso usato per difendere la prostituzione. Gli uomini soli, disabili, timidi, tristi sono sempre usati come alibi per giustificare l’oggettificazione e lo sfruttamento delle donne. La prostituzione, come i robot sessuali, è vista come “un’opera caritatevole per rendere felice qualcuno“. Ciò che McMullen (e quelli come lui) sembra non capire è che l’idea che la felicità degli uomini dovrebbe essere ottenuta grazie ai corpi delle donne e che la “solitudine” sia una scusa accettabile per “oggettificarle” è alla base del patriarcato. Gli uomini che acquistano bambole del sesso o donne prostituite non desiderano la compagnia, ma il “dominio”.

Noel Aguila, che lavora per la compagnia Android Love Dolls, afferma che le bambole del sesso potrebbero impedire agli uomini di abusare delle loro mogli. È irrazionale credere che offrire agli uomini qualcosa che assomigli fisicamente a una donna li scoraggerà dal pensare alle donne come oggetti su cui possono compiere violenza, perché sortirà invece l’effetto contrario. Questo genere di “schiava robotica” alimenterà il loro desiderio di dominio e la loro visione delle donne come oggetti che devono rispondere ai loro desideri. I robot del sesso non eliminano la violenza e la sopraffazione degli uomini sulle donne, ma le normalizzano. La soluzione alla violenza degli uomini non è offrire loro ancora più corpi femminili affinché possano trattarli come subumani. Inoltre c’è chi equipara le schiave robotiche ai vibratori. I vibratori non sono degli umanoidi pornificati, in primo luogo. Sono oggetti, alla stregua di un doccino o di un cuscino, che strusciamo sui nostri genitali al fine di provare piacere sessuale. I vibratori inoltre non fungono da compagni o mariti. Mentre i robot del sesso sono venduti come “compagne”, “amiche” o “mogli”, quindi i loro fruitori sono incoraggiati a considerare queste bambole come sostituti delle donne. Il messaggio che qui viene fatto passare è che il sesso è una cosa che gli uomini dovrebbero ottenere dalle donne o qualcosa che dovrebbero fare alle donne, non una cosa che si fa e di cui si gode reciprocamente.

CYBER UOMO, IL CAMBIO DELLA SPECIE

Il sesso è concepito come valvola di sfogo per gli uomini e non come un atto basato sul rispetto e sull’attrazione reciproca. É qualcosa che le donne dovrebbero fare per ‘pietà’, per ‘altruismo’ o per soldi, ma mai per trarne piacere. Le donne sono già usate da millenni come macchine del sesso, questi prodotti promuovono ulteriormente questa visione che gli uomini hanno delle donne. Un altro messaggio pericoloso è che le relazioni ‘perfette’ sono quelle in cui le donne non esprimono opinioni, non si lamentano quando vengono maltrattate e non mettono in discussione l’autorità maschile. Gli uomini preferiscono i robot alle donne perché sono totalmente manovrati e controllati da loro. Il femminismo ha insistito, per decenni, che le donne sono esseri umani, che non esistiamo per gli uomini e che non abbiamo bisogno degli uomini. Ma mentre abbiamo lavorato per porre fine alle leggi che consentivano lo stupro coniugale, per combattere l’eterosessualità obbligatoria e il sesso incentrato sugli uomini, per respingere l’oggettificazione sessuale e per sfidare l’idea che gli uomini abbiano diritto ad acquistare sesso, sembra che gli uomini stiano cercando invece una soluzione ai nostri tentativi di indipendenza. I robot sessuali offrono agli uomini la soluzione perfetta al movimento femminista: se non ti piegherai, creeremo donne che lo faranno al posto tuo… Etica e morale sepolte per sempre!

RIPRODUZIONE CONSENTITA, CITANDO AUTORE E FONTE

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...