Stop 5G, parola ai big. Johansson: “provoca antibiotico resistenza, 10 milioni di morti nel 2050”. Mosckowitz: “aumento di tumori alla testa, rischi per occhi, pelle e testicoli”

di Maurizio Martucci

Intervenuto nel recente convegno internazionale “Moratoria nazionale, 5G tra rischi per la salute e principio di precauzione” organizzato dall’Alleanza Italiana Stop 5G alla Camera dei Deputati, Olle Johansson ha affermato un’inquietante retroscena: secondo l’ex capo dell’unità Experimental Dermatology, Dipartimento di Neuroscienze del Karolinska Institute (Stoccolma, Svezia) e dal Royal Institute of Technology (Stoccolma, Svezia), tra i massimi esperti al mondo sui problemi legati all’interazione elettrosmog-sistemi viventi, le radiofrequenze provocano una pericolosissima antibioitico resistenza. Ciò stando ad uno studio di Mostafa Tahari dell’Esfarayen University of Technology (Iran), ignorato – a detta di Johansson – dal G20 nonostante la previsione di 10 milioni di morti all’anno entro il 2050, proprio per antibiotico resistenza.

Ecco cosa ha affermato nel Parlamento italiano Olle Johansson (traduzione del Prof. Diego Simini, trascrizione Dott.ssa Tonia Di Giovacchino):

Il 5G viene installato senza alcuna forma di test prima del marketing, oppure uno studio ambientale o di salute strategico precedente quindi violando il principio di precauzione della legislazione Europea. Il 5G viene installato senza nessuna consultazione pubblica o consenso informato pubblico come è l’usanza, lasciando tutti senza nessun luogo dove sfuggire dalle radiazioni e nessun luogo dove nascondersi quindi violando seriamente l’atto dei diritti umani delle Nazioni Unite e la Convenzione del 2007 sui diritti umani per le persone e le disparità funzionali ed il Codice di Norimberga del 1947. Il 5G viene installato senza nessuno standard di esposizione basata sugli effetti biologici

Il 5G viene installato in presenza di una massiccia quantità di studi indipendenti che dimostrano che le radiazioni elettromagnetiche artificiali provenienti dal 2G, dal 3G, dal 4G e da una serie di altri simili fonti è dannosa alla salute pubblica e all’ecosistema. Il 5G viene installato con un premio la presenza ecologica molto pronunciata e questa impronta ecologica avvolgerà il nostro pianeta in una coperta di elettrosmog dalla quale non ci sarà nessun modo di sfuggire. In questo carcere la sorveglianza e il controllo saranno ovunque e in ogni momento permettendo così un 1984 elettronico di produzioni inimmaginabili. Il Grande fratello di George Orwell ti sta guardando in una realtà agghiacciante molto lontana dal sistema democratico. Non agire oggi può rivelarsi un disastro domani e questa mancanza d’azione può nuovamente risultare può essere che le azioni siano troppo tardive.

Ciò che non mi fa dormire e anche qui a Roma mi tiene sveglio è questo studio di Tahari “l’esposizione alle radiazioni di telefonino di 900MHz e 2.4 GHz” che sono quelle emesse dai router wifi che rende questi Listeria monocytogenes, questi batteri resistenti a molti antibiotici.  Nel 2017 c’è stato un incontro del G20  in Europa, perché come sapete 24.000 persone in Europa sono morte prematuramente a causa dell’antibiotico resistenza. È stato stimato che nel 2050 più di 10 milioni di persone all’anno moriranno nel mondo per l’antibiotico resistenza. Il G20 non hanno preso in considerazione il lavoro di Tahari e anche nonostante il fatto che si possa pensare che questo possa riguardare 7,6 miliardi di persone.”

Joel M. Moskowitz è invece un ricercatore della facoltà di School of Public Health presso l’Università della California, Berkeley . Ha lavorato su problemi di salute pubblica collegati all’irradiazione dei telefoni cellulari, tabacco e abuso di alcolici. Moskowitz, coautore di una meta-analisi del 2009 di 23 studi sull’uso del telefono cellulare e il rischio di tumori conclusa nelle “possibili prove che collegano l’uso del telefono cellulare ad un aumentato rischio di tumori“, nel mese di Ottobre 2019 ha pubblicato un articolo sull’autorevole Scientific American, una delle più antiche e prestigiose riviste di divulgazione scientifica statunitense, fondata nel 1845.

Ecco cosa ha affermato sul roll-out del 5G

“L’ultima tecnologia cellulare, 5G, utilizzerà onde millimetriche per la prima volta oltre alle microonde che sono state utilizzate per le tecnologie cellulari più vecchie, da 2G a 4G. Data la portata limitata, il 5G richiederà antenne cellulari ogni 100-200 metri, esponendo molte persone alle radiazioni delle onde millimetriche. Il 5G impiega anche nuove tecnologie (ad esempio, antenne attive in grado di formare fasci; array a fasi; enormi ingressi e uscite multipli, noti come MIMO massiccio) che pongono sfide uniche per misurare le esposizioni. 


Le onde millimetriche sono per lo più assorbite entro pochi millimetri dalla pelle umana e negli strati superficiali della cornea. L’esposizione a breve termine può avere effetti fisiologici negativi sul sistema nervoso periferico, sul sistema immunitario e sul sistema cardiovascolare. La ricerca suggerisce che l’esposizione a lungo termine può comportare rischi per la salute della pelle (ad es. Melanoma), degli occhi (ad es. Melanoma oculare) e dei testicoli (ad es. Sterilità).


Dato che il 5G è una nuova tecnologia, non ci sono ricerche sugli effetti sulla salute, quindi stiamo “volando alla cieca” per citare un senatore degli Stati Uniti. Tuttavia, abbiamo prove considerevoli sugli effetti dannosi di 2G e 3G. Poco si sa sugli effetti dell’esposizione al 4G, una tecnologia di 10 anni, perché i governi sono stati negligenti nel finanziare questa ricerca. Nel frattempo, stiamo assistendo ad aumenti di alcuni tipi di tumori della testa e del collo nei registri dei tumori, che possono essere almeno in parte attribuibili alla proliferazione delle radiazioni dei telefoni cellulari. Questi aumenti sono coerenti con i risultati di studi caso-controllo sul rischio di tumore negli utenti di telefoni cellulari pesanti.”

RIPRODUZIONE CONSENTITA, CITANDO LA FONTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...