INTERVISTA – Avv. Stefano Bertone: “tumore-cellulare è verità scientifica e giuridica!” – Allerta 5G

Nesso eziologico tra il neurinoma del nervo acustico e l’esposizione lavorativa a radiofrequenze: “esiste un’elevata probabilità che fu il cellulare a causare il tumore anche in relazione all’esclusione dell’intervento di fattori causali alternativi.”. Così nella sentenza con cui la Corte d’Appello di Torino ha appena confermato il nesso causale tra l’uso prolungato del telefono cellulare e l’insorgenza di un neurinoma del nervo acustico, ovvero un tumore all’orecchio, dando ragione a Michele Nania, un pensionato di 63 anni ex dipendente dell’Acciai Speciali Cogne, un’azienda della Valle d’Aosta, che per 13 anni per motivi di lavoro ha usato per una media di tre ore al giorno il cellulare, per un totale – compresa un’ulteriore ora per uso personale – stimato tra 12 e 14mila ore complessive di wireless sulla testa tra il 1995 e il 2008. 

Per Allerta 5G, in esclusiva su La Casa del Sole Tv il giornalista d’inchiesta Maurizio Martucci ne parla con l’Avv. Stefano Bertone dello studio legale torinese Ambrosio&Commodo, nel pool di legali che ha difeso la parte lesa, tra gli avvocati di successo e più esperti in Italia per il riconoscimento di danni ambientali e in particolare da telefonia mobile.

CLICCA SOTTO – GUARDA L’INTERVISTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...