Sbarazzarsi del cellulare/Smartphone entro Primavera 2023: ecco la petizione mondiale per ‘il cambiamento’

“NESSUN CELLULARE! Impegno” Con una petizione internazionale è partita la nuova campagna mondiale promossa dall’attivista americano Arthur Firstenberg, presidente della Task force sui telefoni cellulari, promotore della riuscitissima petizione L’Appello per fermare il 5G via terra e dallo spazio (oltre 300mila firmatari da 261 nazioni nel mondo), autore del libro La tempesta invisibile e in Italia pure per OASI SANA. Promotore di ECHOEarth, la prima rete internazionale di chi non usa il cellulare, adesso Firstemberg ha lanciato una nuova campagna che, attraverso una petizione, ha come obiettivo quello di cambiare radicalmente il corso della storia, attraverso la liberazione dell’umanità da cellulari e Smartphone: “noi sottoscritti ci impegniamo a sbarazzarci dei nostri telefoni cellulari entro il 20 marzo, l’equinozio di primavera 2023.

La petizione si rivolge sia a chi non possiede devices sia a chi intende liberarsene entro la prossima primavera. Ecco il testo della petizione, tradotta in italiana dall’Alleanza Italiana Stop5G. Di seguito anche i link per firmare.

NESSUN CELLULARE! Impegno

(per chi ha ancora il cellulare)

PREMESSO che il tuo cellulare emette la stessa radiazione a microonde di un ripetitore;

PREMESSO che fare una telefonata o inviare un messaggio ti espone a molte più radiazioni rispetto alle radiazioni di qualsiasi ripetitore;

PREMESSO che l’accensione del cellulare fa sì che il ripetitore cellulare più vicino emetta più radiazioni;

PREMESSO che, affinché il tuo cellulare funzioni quando lo desideri, tutti i ripetitori cellulari sulla Terra devono essere presenti;

CONSIDERATO che ridurre la potenza del tuo cellulare, tenerlo lontano dal tuo corpo o appoggiarlo su un tavolo non lo rende più sicuro e può danneggiarti ancora di più;

PREMESSO che, negli animali da esperimento, un’esposizione di due minuti a un telefono cellulare danneggia la barriera ematoencefalica e un’esposizione di due ore provoca danni permanenti al cervello, anche quando la potenza è ridotta di 100 volte;

PREMESSO che le radiazioni dei telefoni cellulari interferiscono con la conduzione nervosa e la funzione cerebrale ed è oggi una causa predominante di sclerosi multipla, ADHD, autismo, demenza, disturbo d’ansia, depressione e altri disturbi neurologici;

PREMESSO che le radiazioni dei telefoni cellulari interferiscono con il tuo metabolismo e sono oggi una causa predominante di obesità, diabete, malattie cardiache e cancro;

PREMESSO che il tuo cellulare, quando chiami o mandi messaggi, espone direttamente non solo te, ma anche la tua famiglia, i bambini, gli animali domestici, gli amici, i passanti e gli uccelli, gli insetti, gli animali, le piante e gli alberi del tuo vicinato alle radiazioni a microonde;

PREMESSO che la maggior parte degli insetti e almeno un terzo di tutti gli uccelli sulla Terra sono già scomparsi, essendo stati uccisi in gran parte dalle radiazioni dei telefoni cellulari e dei ripetitori;

PREMESSO che la vita sulla Terra si è evoluta per miliardi di anni senza radiazioni a microonde (le radiazioni a microonde del sole e delle stelle sono minuscole) e non esiste un livello di esposizione sicuro;

PREMESSO che la radiazione a microonde è il primo inquinante che viene intenzionalmente disperso su ogni pollice quadrato della Terra, invece che involontariamente come ogni altro inquinante;

PREMESSO che ci sono 15 miliardi di telefoni cellulari in uso oggi sulla Terra e il microonde del nostro pianeta non cesserà mai a meno che e fino a quando le persone non decideranno di smettere di usarli;

PREMESSO che le radiazioni a microonde rappresentano un attacco alla Terra più grande e più urgente del riscaldamento globale, dei pesticidi o di qualsiasi altra minaccia ambientale, ed è sulla buona strada per distruggere il resto della vita terrestre entro pochissimi anni;

QUINDI, noi sottoscritti ci impegniamo a sbarazzarci dei nostri telefoni cellulari entro il 20 marzo, l’equinozio di primavera 2023.

CLICCA QUI SE ATTUALMENTE HAI UN TELEFONO CELLULARE-SMARTPHONE

CLICCA QUI SE NON POSSIEDI DEVICES

Un commento

  1. Mi chiedo se non si debba estendere la promessa a tutta la tecnologia wireless e questo mi sembra un po’ duro da digerire. Ricordo il wireless dei PC e le reti wireless domestiche e scolastiche (con la sola esclusione dei telefoni cordless domestici che fanno poco danno) anche se hanno un impatto volontario e localizzato. I navigatori GPS che ormai si sono evoluti nell’uso dello smartphone e di Google Maps. I servizi wireless in broadcasting (Tv, Radio) anche se le bande di frequenza sono piu’ idonee. Comunque in linea di principio ci sto perche’ gia’ faccio uso limitato del wireless e metto spesso lo smartphone in modalita’ Aereo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...