Appello dal nord Europa: “siamo senza protezione, wireless pericoloso, tecnologia cablata è priorità”

Ennesimo appello internazionale. In una lettera congiunta, i rappresentanti di 11 organizzazioni del nord Europa di Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca attive nel campo della denuncia dei rischi per la salute derivanti dalle radiazioni della tecnologia wireless, chiedono che gli esseri umani e l’ambiente siano meglio protetti. Le persone sono oggi completamente senza protezione da una varietà di effetti nocivi, come il cancro e i danni neurologici, che la ricerca ha ripetutamente dimostrato si verifica a livelli ben al di sotto degli attuali “limiti di sicurezza”.

Negli ultimi anni, l’esposizione umana alle radiazioni a microonde pulsate dalla tecnologia wireless è aumentata esponenzialmente. L’aumento è principalmente il risultato dell’espansione del 4G+ e del 5G, nonché di una maggiore quantità di prodotti di consumo basati sulla tecnologia che emette radiazioni a microonde. Oltre a più stazioni di base, si stanno installando milioni di cosiddetti contatori elettrici intelligenti, che contribuiscono anche all’aumento complessivo delle radiazioni di microonde nel nostro ambiente esterno e interno.

Parallelamente a questa esplosione dell’esposizione alle radiazioni, i regolamenti e i cosiddetti limiti di sicurezza applicabili alle radiazioni permesse sono basati su un approccio gravemente superato degli anni ’50. Questi “limiti di sicurezza” (o linee guida) proteggono le persone solo dagli effetti nocivi che si verificano come risultato di un riscaldamento acuto. Ciò significa che gli esseri umani sono completamente privi di protezione contro tutta una serie di effetti nocivi, come il cancro, i danni al DNA, lo stress ossidativo e gli effetti neurologici, che la ricerca scientifica ha ripetutamente dimostrato verificarsi a livelli ben al di sotto di questi limiti di sicurezza. Gli attuali limiti di sicurezza non danno alcuna protezione contro gli effetti nocivi delle radiazioni sulla biodiversità.

Noi rappresentiamo organizzazioni che sono state coinvolte nella ricerca e/o hanno seguito la ricerca in questo campo per molti anni. Riceviamo costantemente nuove testimonianze di persone che hanno sofferto di cattiva salute dopo che le stazioni base per 4G, 5G o i contatori elettrici intelligenti sono stati installati nel loro ambiente immediato. Siamo profondamente preoccupati per questi sviluppi e chiediamo che vengano prese al più presto le seguenti misure:

  1. Devono essere stabiliti nuovi limiti di sicurezza che proteggano dai rischi evidenti per la salute e l’ambiente a livelli che sono molto al di sotto delle linee guida attuali. Questo deve essere fatto da esperti che sono liberi da qualsiasi legame con l’industria interessata, e con la partecipazione di ricercatori all’interno della comunità di ricerca, che considerano i rischi considerevoli anche a livelli ben al di sotto delle linee guida attuali.
  2. Prima di un’ulteriore diffusione, deve essere effettuata una valutazione dei rischi dei sistemi 5G, anche in questo caso da esperti che sono liberi da legami con l’industria interessata, e con la partecipazione di ricercatori all’interno della comunità di ricerca che indicano le prove che i rischi sono considerevoli.
  3. Per prevenire gli infortuni, l’educazione sui rischi deve essere effettuata a tutti i livelli della società, per esempio nella sanità, nelle scuole e nel pubblico in generale.
  4. La migliore tecnologia possibile dovrebbe essere usata per proteggere la salute umana e l’ambiente. La tecnologia cablata che riduce al minimo le radiazioni nocive deve essere una priorità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...