Bruxelles, interrogazione nell’Europarlamento. Rivasì: “basta negazionismo, cittadini sovraesposti alle onde dei cellulari. Togliere dal mercato quelli fuori legge!”

Gli effetti politici dell’ingresso a Bruxelles dell’Alleanza Italiana Stop 5G e dell’Alleanza Europea Stop 5G rappresentate da Maurizio Martucci nella recente conferenza stampa e nel workshop sui pericoli dell’elettrosmog promosso nell’Europarlamento insieme a Martin Pall e Marc Arazi, sono nell’ultima interrogazione presentata in Commissione euopea da Michelé Rivasi in difesa dei consumatori e della salute pubblica,

Il 9 Ottobre 2019 l’eurodeputata Rivasi ha interrogato l’Europa sui pericoli sanitari della sovraesposizione delle radiofrequenze dei cellulari, soprattutto di quelli considerati fuori legge e smascherati dall’incessante lavoro prodotto dalla PhoneGate Alert Ong presieduta dal medico Arazi, tra i relatori del prossimo convegno internazionale Stop 5G alla Camera de Deputati del Parlamento italiano. “Alla fine del 2016, l’Europa aveva 745 milioni di abbonamenti mobili – chiede Rivasi nel testo dell’interrogazione a risposta scritta – Quali azioni correttive intraprenderanno gli industriali e le autorità pubbliche nei vari Stati membri per informare i loro clienti e il pubblico? I modelli esistenti verranno “aggiornati” con un software che ne limiterà la portata? Quali saranno rimossi dal mercato?” Ecco la versione integrale della nota diffusa dal’europarlamentare francese Michele Rivasi.

Sovraesposizione del pubblico alle onde del telefono cellulare: cosa sta facendo l’Europa?

Tieni il cellulare contro di te nella tasca di una maglietta? O incollato all’orecchio al telefono? Vicino al corpo, la maggior parte dei telefoni cellulari sul mercato prima del 2016 emettono così tante radiazioni da superare i limiti di esposizione. Queste sono le conclusioni ufficiali di un’ondata di misurazioni effettuate in Francia dal 2012 e finora sono rimaste in gran parte riservate. Nel suo parere pubblicato il 21 ottobre 2019, l’Agenzia francese per la sicurezza alimentare, l’ambiente e il lavoro (ANSES) raccomanda di adottare misure per garantire che gli utenti non siano più esposti a livelli elevati quando i telefoni sono indossati vicino al corpo.

L’allerta è francese ma il pericolo è anche europeo, ricorda l’eurodeputata di Europe Ecology / Greens Michèle Rivasi, che segue la questione dell’impatto delle onde elettromagnetiche sulla vita per oltre 20 anni.

Sapevamo che i telefoni cellulari” in movimento “irradiavano più onde degli stessi telefoni” fermi “. È ora dimostrato che la maggior parte dei telefoni cellulari indossati contro la pelle sono più pericolosi di quando tenuti lontano dal corpo, utilizzati con un auricolare o un altoparlante.

DAS, per tasso di assorbimento specifico, è l’indicatore utilizzato per stimare l’esposizione alle radiazioni del corpo da un telefono cellulare. A livello della testa o del tronco, il valore limite legale della SAR in Francia e in Europa è fissato a 2 W / kg, soglia oltre la quale sono stati osservati effetti biologici.

Misure più in linea con l’uso effettivo concludono che gli standard sono stati superati

In precedenza, le misurazioni SAR erano mediate a una distanza di 15 mm dal corpo. Da ora in poi, dal 2016, la direttiva europea RED impone di misurare il DAS posizionando il telefono cellulare a una distanza massima di 5 mm dalla pelle. I risultati in queste condizioni realistiche sono quindi chiaramente diversi. I telefoni commercializzati con valori DAS che soddisfano gli standard finora li superano. “I test su quasi 300 telefoni sono stati condotti tra il 2012 e il 2016, sintetizza l’opinione dell’ANSES pubblicata il 21 ottobre. Gran parte dei telefoni testati presentava valori SAR superiori a 2 W / kg, con alcuni superiori a 7 W / kg a contatto. “

Il 1 ° ottobre 2019, in una riunione che ho organizzato al Parlamento europeo sul 5G e sul principio di precauzione, Marc Arazi dell’associazione PhoneGate Alert ha avvertito: “La maggior parte dei telefoni cellulari supera i valori normativi ma abbiamo ha anche scoperto che c’era una differenza di 10 volte tra il valore visualizzato nei manuali e le pubblicità di alcuni produttori e il valore di DAS riscontrato nei test in Francia. Altri test indipendenti effettuati nel 2018 e nel 2019 negli Stati Uniti a 2 mm di pelle mostrano che diversi telefoni popolari superano i limiti. L’iPhone 7 ha valori doppi rispetto allo standard americano fissato a 1,6 W / Kg. Per l’iPhone 8, è tre volte la norma. La galassia S8 Samsung mostra le frequenze più inquietanti: cinque volte lo standard americano. Questo è un inganno diffuso, sistematico e su larga scala dei produttori nei confronti dei consumatori su un valore legale – il DAS – che indica la conformità e l’assenza di un rischio per la salute di un telefono cellulare. “

Cosa sta facendo l’Europa per informare i suoi 500 milioni di consumatori?

Gli articoli 40 e 42 della direttiva 2014/53 / UE (direttiva RED) sull’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di apparecchiature radio stabiliscono gli obblighi dell’operatore economico e Commissione per quanto riguarda le misure correttive o il ritiro dal mercato di apparecchiature non conformi o potenzialmente rischiose.

Nella mia interrogazione scritta posta all’inizio di ottobre, ho ricordato alla Commissione che durante i test effettuati in Francia nel 2015 su 95 telefoni cellulari, il tasso di assorbimento specifico (SAR) di 85 di essi (l’89% di telefoni) era al di sopra del valore limite (2 W / kg), quando i telefoni venivano testati a contatto con il corpo. Da allora, 17 telefoni cellulari sono stati rimossi dal mercato o aggiornati in Francia. Alla fine del 2016, l’Europa aveva 745 milioni di abbonamenti mobili. Quali azioni correttive intraprenderanno gli industriali e le autorità pubbliche nei vari Stati membri per informare i loro clienti e il pubblico?

Dobbiamo rimuovere i cellulari più inquinanti dal mercato!

Questi fatti sono molto seri e non devono essere trascurati. Per diversi anni abbiamo denunciato i metodi di calcolo della SAR, che sono troppo vaghi, troppo approssimativi e, soprattutto, sottovalutano l’esposizione effettiva delle persone. Le misure adottate in Francia, che PhoneGate Alert ha reso pubblico dal 2016, rivelano l’importanza dello scandalo.

I produttori, riducendo le misure di esposizione pubblica, hanno deliberatamente e deliberatamente causato la massiccia sovraesposizione di centinaia di milioni di persone nell’Unione europea ai telefoni cellulari, a valori superiori ai limiti legali. . E questo per quasi 20 anni per gli utenti più anziani.

L’avvertimento ufficiale arriva dalle autorità francesi, che hanno annunciato di aver chiesto alla Commissione europea “di rafforzare i requisiti applicabili ai nuovi telefoni cellulari immessi sul mercato“. Ma che dire esattamente? Quali saranno i vecchi modelli? Saranno “aggiornati”, con software che limiteranno la loro influenza? Quali saranno rimossi dal mercato? Attendiamo risposte urgenti e precise dalla Commissione europea nella gestione di questa nuova crisi sanitaria che riguarda la protezione dei consumatori. Ricordiamo che dal 2011, alla luce degli studi disponibili, l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha classificato la radiazione a microonde del telefono cellulare come “possibile sostanza cancerogena”. La negazione non è più un’opzione accettabile. “

RIPRODUZIONE CONSENTITA, CITANDO LA FONTE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...