5G, cellulari e Wi-Fi: le prove scientifiche sull’effetto cancro dallo studio più importante al mondo. Denunciata la Commissione negazionista (‘protegge la lobby, non la salute pubblica’). Ora l’OMS chiarisca (e pure subito!)

mezzora-di-cellulare-al-giorno-raddoppia-il-rischio-di-tumore-al-cervello-tumore_cervello_cancro_salute_telefonino_cellulare-800x500_c[1]

Tanto tuonò che piovve. Il 1° Novembre 2018 l’americano National Toxicology Program pubblica i risultati definitivi della più grossa ricerca al mondo mai condotta sugli effetti biologici delle radiofrequenze, in piena corsa 5G. I dati dello studio, 30 milioni di dollari in anni di ricerca su cavie uomo-equivalenti, spazza via ogni dubbio: il wireless provoca il cancro, tumori al cervello e danni al DNA. Ora tocca all’Organizzazione Mondiale della Sanità prendere atto di quest’incresciosa situazione, prima che sia troppo tardi e il 5G ricopra interamente l’umanità di pericolose irradiazioni elettromagnetiche. Intanto divampa la polemica sull’attendibilità della Commissione per la Protezione dalle Radiazioni non-ionizzanti (deputata dall’OMS ad un parere preliminare sullo studio del NTP e dell’Istituto Rmazzini): in esclusiva per OASI SANA pubblichiamo il commento dell’accreditata Microwave News sullo studio uscito ieri e la diffida prodotta da 244 scienziati contro l’ICNIRP, tacciato di mistificazione dati.

La lotta per la verità sul pericolo invisibile continua!

no5g (2)

ECCO LO STUDIO AMERICANO DEL NATIONAL TOXICOLOGY PROGRAM – CLICCA QUI

Riteniamo che il legame tra radiazione a radiofrequenza (RF) e tumori nei ratti maschi sia reale“, afferma John Bucher, ex direttore associato del National Toxicology Program (NTP) statunitense.

L’annuncio accompagna la pubblicazione di stamattina delle relazioni finali NTP sugli studi sul cancro nei ratti e nei topi esposti alle radiazioni dei telefoni cellulari. Il progetto di Bucher, il più grande nella storia dell’NTP, è costato 30 milioni di dollari e ha richiesto più di dieci anni per essere completato.

L’NTP ha trovato quelle che definisce “prove evidenti”, cioè che due diversi tipi di segnali di telefoni cellulari, GSM e CDMA, hanno aumentato l’incidenza di tumori maligni nel cuore di ratti maschi nel corso dello studio durato 2 anni. Sono stati osservati anche maggiori incidenze di tumori cerebrali e surrenali, ma queste associazioni sono state giudicate un po’ più deboli.

“L’NTP ha ora dimostrato ciò che nessuno credeva fosse possibile prima dell’inizio del progetto“, ha detto Ron Melnick a Microwave News. “L’ipotesi è sempre stata che le radiazioni RF non potevano causare il cancro“, ha detto, “Ora sappiamo che era sbagliato.” Melnick ha guidato la squadra che ha progettato gli studi sugli animali. Melnick si è ritirato all’inizio del 2009 dopo quasi 30 anni come scienziato dello staff presso l’NTP.

SOSTIENI OASI SANA

ramazzinio

TUMORI e CANCRO: Schwannomi e Gliomi

Ad un attento esame, i risultati dell’NTP sono notevolmente coerenti sia con un altro recente esperimento sugli animali sia con l’attuale corpus di studi epidemiologici sugli utenti di telefoni cellulari.

I tumori nei cuori dei ratti sono cresciuti nelle cellule di Schwann e sono noti come schwannomi. Le cellule di Schwann formano la guaina mielinica, che isola le fibre nervose e aiuta a velocizzare la conduzione degli impulsi elettrici. Sono una componente chiave del sistema nervoso periferico e possono essere trovati nella maggior parte degli organi del corpo: topi, ratti e umani.

Gli Schwannomi sono molto rari e nessuno è stato visto nei ratti di controllo non esposti. Eppure, questi stessi tumori maligni del cuore sono stati trovati anche in un altro grande studio sui ratti pubblicato all’inizio di quest’anno. Quest’ultimo studio è stato condotto presso l’Istituto Ramazzini di Bologna, in Italia.

I tumori del nervo acustico, che collega l’orecchio interno al cervello, sono chiamati neuromi acustici. Anch’essi crescono nelle cellule di Schwann e sono noti come schwannomi vestibolari. Tassi più elevati di neuroma acustico sono stati trovati in studi epidemiologici di utenti di telefoni cellulari a lungo termine.

I tumori nel cervello dei ratti esposti si sono sviluppati in cellule gliali e sono noti come gliomi. Le cellule gliali sono strettamente correlate alle cellule di Schwann.
Come sottolinea NTP nella sua relazione finale sullo studio sui ratti: Gli schwannomi osservati nel cuore e i gliomi maligni osservati nel cervello derivano da un tipo di cellula funzionale simile. Le cellule di Schwann sono classificate come cellule gliali del sistema nervoso periferico. “

Sono stati segnalati anche gliomi tra gli utenti a lungo termine di telefoni cellulari, tra cui lo studio Interphone e studi epidemiologici in Francia e Svezia.”

ramazzinio

244 scienziati affermano che le linee guida dell’ICNIRP non proteggono la salute ma lobby e industria

 

L’opinione dell’ICNIRP non è in linea con le pubblicazioni peer-reviewed della comunità scientifica sugli effetti biologici o sanitari dei campi elettromagnetici. A partire dal 2015, 244 scienziati hanno firmato l’Appello Scientifico Internazionale sui Campi Elettromagnetici e ritengono che, per proteggere la salute pubblica, sono necessarie delle linee guida per I campi elettromagnetici più cautelative di quelle dell’ICNIRP:

“Le linee guida dell’ICNIRP non comprendono l’esposizione a lungo termine e gli effetti a bassa intensità (e) … non sono sufficienti a proteggere la salute pubblica” ….

“Numerose pubblicazioni scientifiche recenti hanno dimostrato che i campi elettromagnetici colpiscono gli organismi viventi a livelli ben al di sotto della maggior parte delle linee guida internazionali e nazionali. Gli effetti includono un aumento del rischio di cancro, stress cellulare, aumento dei dannosi radicali liberi, danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali del sistema riproduttivo, deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere generale nell’uomo. I danni vanno ben oltre la razza umana, poiché vi sono prove crescenti di effetti dannosi per la vita vegetale e animale “.

copertinaOK

Il mandato dell’ICNIRP deve essere messo in discussione

Il mandato dell’ICNIRP di emettere le linee guida per le esposizioni elettromagentiche deve essere seriamente messo in discussione. L’ICNIRP, per quanto afferma, non è indipendente dai legami con l’industria. Le sue opinioni non sono obiettive, non rappresentano le corpose prove scientifiche, ma sono di parte e a favore dell’industria. Data la riluttanza dell’ICNRIP a considerare le prove scientifiche dei danni causati da campi elettromagnetici e evidente che ICNIRP protegga l’industria, ma non la salute pubblica e neppure l’ambiente.
Il primo presidente dell’ICNIRP e altri esperti della stessa organizzazione hanno o hanno avuto legami finanziari con l’industria delle telecomunicazioni, con I militari o con l’industria elettrica. Il primo presidente dell’ICNIRP è riuscito a portare avanti il progetto dell’OMS sui campi elettromagnetici, utilizzando l’OMS come strumento per promuovere le linee guida dell’ICNIRP come standard mondiale. La stessa persona è stata anche per diversi anni responsabile della canalizzazione di finanziamenti dall’industria delle telecomunicazioni al progetto sui Campi Elettromagnetici dell’OMS”.

Sono necessarie nuove linee guida che proteggano realmente la salute
“Chiediamo alle Nazioni Unite, all’Organizzazione Mondiale della Sanità e a tutti i governi di sostenere lo sviluppo di linee guida mediche16, che siano prive di conflitti di interessi in termini di legami diretti o indiretti con l’industria, che rappresentino lo stato reale delle conoscenze medico-scientifiche, e che proteggano veramente la salute pubblica”.

Riproduzione consentita, citando la fonte

no5g (1)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...