Berlino, Londra, Parigi: l’Europa è in piazza contro le misure liberticide! Ma la stampa italiana è complottista e negazionista. “Occupiamo le sedi dei massmedia”

di Maurizio Martucci

Stavolta s’è toccato davvero il fondo. Mainstream sempre più sotto accusa. Se la task force del Governo Conte contro le cosiddette fake news aveva (giustamente) fatto gridare in molti all’instaurazione di una nuova dittatura, nella censura di Stato come realizzazione del Ministero della Verità di orwellina memoria, quanto accaduto oggi in Italia ha davvero del complottismo più becero e orripilante, svilita l’informazione, da servizio per l’opinione pubblica e linfa vitale per la dialettica libera e democratica a mera esecutrice di una narrazione allarmistica pensata come permanente.

Nella giornata di mobilitazione europea si sono infatti invase piazze e strade di Berlino, Londra e Parigi per denunciare la deriva liberticida nascosta dietro le politiche di gestione dell’emergenza Covid 19. Soprattutto in Germania, dopo quella d’inizio mese, s’è assisto ad un’ennesima invasione oceanica di cittadini consapevoli. Eppure Tg e notiziari nazionali sono scaduti nel più subdolo negazionismo, finendo persino per ribaltare l’evidenza: “Berlino, stop a corteo anti misure Covid”, ha titolato il servizio Televideo della Rai, così come Rai News 24 e agenzie di stampa. “Sono scesi in piazza i negazionisti del Covid, ma non ci sarà nessuna manifestazione che è stata sciolta dalla Polizia per il mancato rispetto delle norme di igiene per proteggersi dal Coronavirus, tra cui la distanza minima e l’obbligo della mascherina”, ha invece detto in studio la conduttrice del Tg de La 7, mentre per La Stampa la fiumana popolare in Germania non è stata altro che un’adunata per qualche migliaio, quantificati in soli 18.000 partecipanti.

Pazzesco, com’è possibile prestarsi ad un così infimo tranello? Ingannando telespettatori e pubblico ignaro? Dove sono finiti i pilastri dell’informazione professionale dei cosiddetti ‘editori responsabili‘ lanciato al claim de “Le notizie sono una cosa seria”?

Non solo. Su Byoblu gira poi il video di Silver Nervuti, intervenuto a gamba tesa su un servizio televisivo trasmesso in Spagna da un’altra Tv, evidentemente in odore di complottismo e negazionismo: mostra come i media manipolano la realtà per infondere paura e sgomento nella popolazione, e sono disposti a tutto, anche a contestare i medici ospedalieri, pur di attenersi alle linee guida (imposte da chi?) di una narrazione che esige che pandemia sia”!

Mi dispiace dirlo” – ha quindi postato sui social il giornalista indipendente Francesco Amodeo“ma il popolo italiano deve necessariamente occupare le sedi dei principali media. Senza violenza. Ma vanno occupati. Altrimenti non se ne esce“. Duro anche il commento dello psichiatra, ex parlamentare Alessandro Meluzzi:il livello di menzogna, omertà e disinformazione del manistream italiano ha passato ogni misura!

Per tentare di snidare l’inganno mediatico, appena un mese fa alla Camera dei Deputati s’era tenuta la conferenza stampa promossa dall’On. Sara Cunial: alla presenza di autori indipendenti e giornalisti d’inchiesta, proprio da Montecitorio è stata proclamata la morte dell’etica e della deontologia professionale del buon giornalista, asservita ai forti poteri, rimarcando come ormai si facciano passare per fake pure inchieste e critiche sgradite al sistema. Ma oggi, con la negazione dell’invasione delle piazze nelle capitali d’Europa, il mainstream ha davvero toccato il fondo, offrendo la peggiore versione di se. Finendo persino per capovolgere fatti documentabili attraverso inequivocabili foto e filmati, oltre che da testimonianze di diversi italiani saliti a Berlino per l’unità dei popoli senzienti. Le manifestazioni contro la dittatura sanitaria globale ci sono state. Eccome. E sono state pure massicce e partecipate, con numeri da capo giro, evidentemente d’imbarazzo per chi vorrebbe continuare a restringere le libertà: si dovrà ricorrere all’occupazione pacifica delle redazioni complottiste/negazioniste per avere un’informazione libera e veritiera? Forse, anche per questo, il sereno e sorridente volto del Mahatma Ghandi è sfilato a Berlino. Avvisate Enrico Mentana & company. La gente è stanca, davvero. Non solo dei governanti….

RIPRODUZIONE CONSENTITA, CITANDO AUTORE E FONTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...