5G emergenza ambientale. Francia, allarme dal Senato: “3,8% gas serra emessi dal digitale”. E fino a + 170% consumo d’energia previsto

5G, sanità, ambiente e digitalizzazione: mentre in Italia il Governo finge di non comprendere la gravità della posta in ballo, da Francia e America arrivano segnali precisi. Secondo il rapporto del 24 Giugno 2020 trasmesso al Senato del Parlamento Francese dalla Commissione per la Pianificazione e lo Sviluppo Regionale Sostenibile, “il digitale è stato responsabile del 3,8% delle emissioni globali di gas serra nel 2018 e del 4,2% del consumo di energia primaria; 44% di questo impatto carbonio sarebbe dovuto alla fabbricazione dei  devices e il 56% al loro utilizzo“. Motivo per cui all‘Alto Consiglio per il Clima viene chiesto “che sul 5G si faccia finalmente uno studio completo dei suoi impatti“. 

CLICCA QUI – LEGGI RAPPORTO SENATO FRANCESE

D’oltre Oceano rimbalzano poi le inquietanti previsioni contenute in una ricerca pubblicata da Vertiv, società dell’Ohio quotata in borsa e specializzata nella consulenza di infrastruttura tecnologica: visto che secondo CISCO già entro il 2022 nel mondo sono previsti ben 28,5 miliardi di dispositivi connessi, “gli operatori delle telecomunicazioni dovranno diventare più aggressivi nell’implementazione di tecnologie di risparmio energetico per mitigare l’impatto sui costi operativi derivante dal maggior consumo di energia della tecnologia 5G. Il passaggio al 5G probabilmente aumenterà il consumo totale di energia della rete del 150-170% entro il 2026, con i maggiori aumenti nelle aree di data center macro, nodo e di rete.

CLICCA QUI – LEGGI RAPPORTO AMERICANO

Un commento

  1. L’aumento della richiesta energetica con tutti i dispositivi elettronici di cui abusiamo sembra una cosa talmente ovvia che non si capisce come persone sicuramente intelligenti come i vertici e i capi di governo non ci arrivino…anzi che passi il messaggio che questo fa parte di una grande svolta “GREEN” !!??
    Non ci sono risorse e l’impatto è troppo grande per continuare a produrre batterie e dispositivi elettronici in larga parte non riciclabili (tra l’altro usa e getta) con processi produttivi gravemente inquinanti ed estremamente dispendiosi anch’essi in termini energetici.

    “Blade Runner” rimane un film di 30 anni fa ,è fantasia non è un futuro possibile !

    Per produrre Meno spazzatura tecnologica dobbiamo dire BASTA alla tecnologia spazzatura !

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...